Bitcoin aiuterà davvero il mondo a "liberarsi" della sorveglianza?

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Le criptovalute, la blockchain e altre tecnologie emergenti sono spesso annunciate come un modo per diventare indipendenti e vivere la propria vita alle proprie condizioni.

Questa convinzione è in gran parte dovuta all'anonimato della blockchain e alla mancanza di un'autorità centrale. Non c'è spazio per la sorveglianza, non è necessario preoccuparsi di governi e simili. Tuttavia, queste capacità sono state in gran parte un sogno irrealizzabile, almeno per ora, con i regolatori alla ricerca di risorse digitali, grandi aziende come Facebook che cercano di entrare nella tecnologia da sole e molto altro.

Ripristino della privacy tramite Bitcoin

Il sogno è ancora vivo, tuttavia. Almeno, se si deve credere alle discussioni in un recente evento di hacker. Secondo l'International Business Times, un "congresso degli hacker" questo venerdì ha visto conversazioni sul passaggio a una "società parallela" più libera, utilizzando la tecnologia crittografica come la blockchain. Queste affermazioni sono simili ai recenti pensieri del capo antitrust dell'UE, che ha affermato che la Bilancia di Facebook potrebbe creare un'economia alternativa, come precedentemente riportato da BeInCrypto.

Privacy Bitcoin

Come qualcosa uscito da un film di fantascienza, uno degli organizzatori ha dichiarato di voler "Usare la tecnologia crittografica per riguadagnare la privacy, salvare la libertà, uscire dal primo regno limitato e costruire il secondo".

Come si può immaginare, molti colloqui hanno comportato l'allontanamento dal controllo governativo, avendo tutto dall'identità alla conoscenza decentralizzata e fuori dalla sua portata.

Sono stati fatti molti confronti con l'antica Grecia, con Paul Rosenberg, il fondatore di Cryptohippie, una società di protezione dei dati, affermando che “I Greci erano una civiltà fortemente decentralizzata: c'erano circa un migliaio di stati della città greci. E ci hanno dato arte, scienze, geometria, teatro. "

Naturalmente, con il mondo connesso in cui viviamo oggi, le cose sono più che un po 'diverse. Le informazioni sono essenzialmente una valuta al giorno d'oggi, con le aziende che lottano per essa ogni possibilità che ottengono. Rosenberg e gli altri organizzatori di eventi vedono la blockchain come una via d'uscita.

Bitcoin

Chiudi, ma non ancora

Sebbene ci sia un po 'di verità in queste affermazioni secondo cui blockchain e criptovalute possono fornire "libertà", è importante notare che in questo momento, la maggior parte delle risorse non sono anonime. Ad esempio, le transazioni Bitcoin possono essere tracciate in una certa misura e non possono nemmeno essere spese nella maggior parte dei posti a partire da ora. Quindi, c'è anche il problema del ridimensionamento. Dopotutto, le transazioni Bitcoin sono ancora lontane dall'essere veloci come i pagamenti tradizionali. Inoltre, la maggior parte delle persone è titubante persino a farsi coinvolgere dalle criptovalute, citando la mancanza di regolamentazione come motivo chiave per questo.

Le speranze e i sogni di questi organizzatori non sono infondati, ma abbiamo ancora molta strada da fare prima che siano pienamente realizzati.

Cosa ne pensi del futuro di Bitcoin? Sarà la risorsa digitale che guida il mondo verso la libertà? Facci sapere cosa pensi nei commenti qui sotto.


Le immagini sono per gentile concessione di Shutterstock.

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI