Il direttore di VanEck invita gli Stati Uniti ad abbracciare Bitcoin dopo aver sostenuto Tether - BeInCrypto

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Uno dei direttori di VanEck, la società di investimento con sede a New York, è passato dalla difesa di Tether (USDT) a chiedere agli Stati Uniti di abbracciare Bitcoin e distribuire la tecnologia del registro di fronte a una crescente corsa agli armamenti.

Gabor Gurbacs sta diventando abbastanza vocale su Twitter dopo la sua difesa della controversa criptovaluta USDT. Ora, chiede l'abbraccio di Bitcoin come sistema finanziario potenzialmente innovativo e rivoluzionario per gli investitori istituzionali.

La scorsa settimana in un Tweet, proprio il giorno dopo che Tether è stato colpito da una causa legale di $ 1.4 trilioni, Gurbacs ha dichiarato di essere “stanco di accademici, ammalianti media e informatori disinformati che screditano il duro lavoro e l'innovazione strutturale che Tether e Bitfinex costruito! ”

A seguito di quel controverso Tweet, Gurbacs ha ora chiamato sull'America per abbracciare Bitcoin e tecnologia di contabilità distribuita. Afferma che non solo "trilioni di dollari di valore potenziale [che] possono essere sbloccati nei mercati dei capitali e in vari settori", ma c'è anche una piena rivoluzione tecnologica che sta avvenendo attraverso la blockchain.

prezzo bitcoin

Chi lo abbraccerà?

Mentre questo tweet di Gurbacs è molto meno controverso rispetto ai suoi precedenti tentativi di difendere Tether e il suo ruolo nello spazio delle criptovalute, la sua domanda iniziale è buona. "La domanda è: chi lo abbraccerà e ne trarrà beneficio?!", Chiede il direttore di VanEck.

La società americana VanEck farebbe il tifo per gli Stati Uniti per abbracciare davvero Bitcoin e sbloccare il suo potenziale. Sfortunatamente, anche se gli Stati Uniti sono un mercato importante e un attore nello spazio delle criptovalute, sta rapidamente perdendo terreno nelle regioni orientali.

Gli Stati Uniti hanno a lungo cercato di essere il leader di molte diverse innovazioni e progressi globali, tuttavia sembra che si stia sviluppando una nuova corsa agli armamenti tecnologici a cui l'America è meno propensa ad aderire.

Poteri come il Giappone e la Corea del Sud, così come Singapore, Hong Kong e persino la Cina, sono apparentemente molto più avanti degli Stati Uniti per quanto riguarda la presa sul serio della blockchain, del registro distribuito e della criptovaluta.

In effetti, un eminente regolatore che è fortemente a favore del Bitcoin ha persino parlato di quanto sia più avanti l'Oriente rispetto agli Stati Uniti. "I governi [in Asia] stanno anche guardando questo spazio [blockchain e criptovaluta] da una prospettiva molto pragmatica. Vedono la criptovaluta come un'opportunità, non una minaccia. L'attenzione si concentra meno sulla regolamentazione e più su: "Possiamo implementare questo?" "Commissario presso la Commissione statunitense per i titoli e gli scambi, e" mamma cripto ", ha affermato Hester Peirce.

Bitcoin USA

Resistenza negli Stati Uniti

L'approccio del governo degli Stati Uniti e dei regolatori verso Bitcoin e lo spazio blockchain è stato molto più teso. Dal presidente, Donald Trump, twittando il suo disprezzo per Bitcoin, al Senato e ai senatori che fanno tutto il possibile per spezzare la Bilancia di Facebook.

Gli Stati Uniti potrebbero non essere del tutto ostili al Bitcoin, ma è lungi dall'essere abbracciato come Gurbacs è incoraggiante. Se non ci sarà presto un cambiamento nell'atteggiamento, nei prossimi anni potrebbe lasciare che la superpotenza occidentale giochi tecnicamente al passo.

Gli Stati Uniti saranno in grado di tenere il passo con la corsa agli armamenti tecnologici che sta costruendo o perderanno molto potere e posizione nei futuri mercati globali per la sua riluttanza ad adattarsi a Bitcoin e Blockchain?


Immagini per gentile concessione di Shutterstock.

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI