Megan Kaspar Innovare l'industria della moda attraverso Blockchain – Haute Living

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Megan Kaspar
VESTITO: Fendi, acquista qui
ANELLO (a destra): Cartier, acquista qui
ANELLO E BRACCIALE: Bvlgari, acquista qui

MEGAN KASPAR È AL TIMONE DELL'INDUSTRIA BLOCKCHAIN ​​IN RAPIDA EVOLUZIONE, IN QUANTO UNA DELLE FEMMINILI LEADER FA LA GRANDE DIFFERENZA NELLO SPAZIO ATTRAVERSO LA MODA.

DI ADRIENNE FAUROTE
FOTOGRAFIA ALBERTO GONZÁLEZ
HAIR STYLIST MARCO NORMA & VIOLA TAMBURI, ROSSANO FERRETTI
TRUCCO CESAR FERRETTE & SIDNEY JAMILA
MANICURIA LISA KON

QUESTA È LA PRIMA COPERTINA DI MODA DIGITALE DI HAUTE LIVING; VESTITO DIGITALMENTE DA DRESSX. 

È la mattina della nostra intervista e sullo schermo del mio telefono compare un titolo di notifica: “Arrivederci, Staples Center. Ciao, Crypto.com Arena." La notizia sarebbe presto stata acclamata come uno dei più grandi accordi di denominazione nella storia dello sport poiché Crypto.com ha pagato più di $ 700 milioni per i diritti sul nome dell'iconica sede del centro di Los Angeles in un accordo di 20 anni. Un momento in cui milioni di persone in tutto il mondo hanno condiviso il sentimento universale che questo nuovo mondo di criptovalute è, in effetti, qui per restare. 

Eppure, per Megan Kaspar, questa notizia non è sconvolgente; questa notizia è lei mondo. Per quasi l'ultimo decennio, Kaspar è stata in prima linea in quella che oggi è una delle industrie globali in più rapida crescita.  In qualità di cofondatore e amministratore delegato di Magnetica, una società privata di investimento e incubazione di criptovalute e blockchain, ha investito in oltre 50 asset digitali in fase iniziale e società blockchain, rivelando alla fine la sua ferma convinzione che questo non sia solo il futuro; è il nostro presente ed è nostro dovere avere un impatto.

Entrare nell'universo di Kaspar è impressionante. Kaspar ti immerge immediatamente nel suo mondo dinamico di lavorare 20 passi avanti con l'evoluzione delle criptovalute. Eppure, quando ha iniziato a dilettarsi nello spazio, anche lei aveva le sue riserve. "Simile alla reazione iniziale della maggior parte delle persone al concetto di criptovaluta, quando sono venuta a conoscenza del bitcoin nel 2010, ho pensato che fosse una truffa", dice. “Mi ci sono voluti due o tre anni per capire il valore alla base della tecnologia, la potenza della rete e le applicazioni della tecnologia che risolvono numerosi problemi. Il mio primo "momento aha" è stato tra il 2013 e il 2014. A quel tempo esistevano meno scambi di criptovalute e il volume degli scambi era estremamente basso. Tuttavia, ho iniziato a vedere un futuro in cui la tecnologia blockchain alla fine avrebbe generato, catturato, archiviato e diffuso tutti i dati e la criptovaluta avrebbe fornito un sostituto al fiat fisico, mentre il mondo si muove verso la completa digitalizzazione e dematerializzazione. Nel corso del tempo è diventato sempre più ovvio per me come questa tecnologia potesse migliorare i mercati dei capitali globali e il settore finanziario, con l'aggiunta di un livello tecnologico migliorato e sicuro. Ed è stato allora che ho capito che avrei trascorso il resto della mia carriera in questo spazio”.

Mentre studiava per la sua laurea, Kaspar ha lavorato per un family office incentrato sulla biotecnologia. È stato lì che ha avuto il suo primo sguardo nel settore. "Mi hanno chiesto di esplorare opportunità di investimento nelle tecnologie emergenti al di fuori del loro tradizionale obiettivo di investimento", afferma. “All'epoca conoscevo le criptovalute, in particolare bitcoin, e avevo letto il white paper di Bitcoin perché qualcuno a me molto vicino ha introdotto il concetto di bitcoin e la blockchain di Bitcoin. Lo stavano usando come una forma di valuta Internet per scambiare e vendere oggetti di gioco. Il gioco è stato uno dei primi usi del bitcoin".

Megan Kaspar
VESTITO: Fendi, acquista qui
SCARPE: Christian Louboutin, acquista qui
COLLANA, BRACCIALE, ANELLO (a sinistra): Bvlgari, acquista qui
ORECCHINO E ANELLO (a destra): Cartier, acquista qui

Credito fotografico: Alberto González

Megan Kaspar
Scansiona il codice QR per provare in AR l'abito Fendi sopra.

Negli anni successivi, Kaspar si sarebbe avvicinata all'industria, facendosi un nome e creando il proprio percorso di scoperta. “Intorno al 2015, dopo il Crowdsale di Ethereum (una pietra miliare significativa nel 2014 per il settore), avevo una base di conoscenza abbastanza buona  come funziona la tecnologia e cosa significava il livello di intelligence sopra la blockchain, in termini di macchina virtuale di Ethereum", spiega Kaspar. "Subito dopo, mi ha portato alla previsione in cui sono stato in grado di immaginare un mondo in cui i nostri oggetti digitali e risorse digitali, sia in un gioco che in futuri casi d'uso di realtà aumentata, potrebbero essere monetizzati utilizzando contratti intelligenti su una blockchain".

Un breve aneddoto sulle risorse virtuali: all'inizio di ottobre, ci siamo seduti virtualmente con Kaspar e, dopo circa 20 minuti dall'inizio della conversazione, ha rivelato che i suoi orecchini erano in realtà orecchini NFT in realtà aumentata (AR). E, avviso spoiler, sembrano estremamente reali poiché sono programmati per sincronizzarsi con ogni sua mossa; così, quando scuote la testa, gli orecchini seguono naturalmente il movimento del suo corpo. Infatti, nella nostra intervista finale, ha indossato un designer digitale emergente, Alterrage. Kaspar è stata la prima persona ad indossarla moda NFT digitale in realtà aumentata in diretta televisiva e continua a spingersi oltre le barriere della moda fisica e tradizionale; quindi, per il nostro numero di questo mese, indossa solo abiti digitali.

Per comprendere ulteriormente cosa significhi esattamente possedere oggetti digitali, Kaspar ha fornito 101 dei termini più interessanti nello spazio in questo momento. Kaspar rivela che la comprensione del metaverso prima di affrontare gli NFT (token non fungibili) può rendere più facili da concettualizzare i modelli di business dirompenti della tecnologia blockchain. "Questa parola [metaverso] sta proliferando ovunque quest'anno, soprattutto dopo il cambio di nome di Facebook in 'Meta'", afferma Kaspar. 

Gli esseri umani hanno effettivamente vissuto sempre più vicino in approssimazione al metaverso attraverso i social media e gli strumenti di comunicazione video come Zoom. "Il metaverso è un ecosistema digitale con un'economia virtuale in cui gli utenti possono interagire, sperimentare, negoziare e generare valore insieme", spiega Kaspar. “Penso che la sfumatura più importante di cui le persone tendono a non essere consapevoli sia la differenza tra piattaforme e applicazioni metaverse centralizzate e decentralizzate. Web2, la versione di Internet che la maggior parte di noi conosce oggi, è dominata da società centralizzate che forniscono servizi in cambio dei nostri dati personali, come Fortnite, Instagram, Youtube, VR Chat. Web3 si riferisce alla tecnologia sottostante decentralizzata e all'infrastruttura della piattaforma su blockchain per una maggiore utilità per l'utente. L'obiettivo finale di Web3 è creare applicazioni e siti Web più intelligenti, connessi e aperti. Notevoli aziende Web3 come BitClout, Decentraland, Newlife, e Rally consentire agli utenti di partecipare senza rinunciare alla privacy e alle informazioni personali su applicazioni affidabili e trasparenti. I metaversi di Web3 non sono copie carbone del mondo fisico. Hanno norme e culture differenziate che continuano ad evolversi, rompendo barriere e confini che limitano il nostro mondo fisico”. 

"C'è anche il meta-commerce", aggiunge Kaspar. "I cambiamenti simultanei nella cultura, nella tecnologia e nelle interazioni sociali online stanno forgiando un'economia digitale, dando potere ai creatori di contenuti e fornendo nuovi percorsi per la creazione di ricchezza. L'uso di strumenti decentralizzati, come gli NFT, sta guidando le transazioni commerciali verso piattaforme Web3 creando esperienze di intrattenimento per i consumatori di prossima generazione".

Megan Kaspar
ABBIGLIAMENTO: Fendi, acquista qui
SCARPE: Jimmy Choo, acquista qui
ORECCHINI, ANELLI E COLLANA: Tiffany & Co. (personale del talento)
GUARDA: Cartier, acquista il Tank Must Watch qui

Credito fotografico: Alberto González

Allora, che cosa di preciso è un NFT? Kaspar lo scompone: "Gli NFT sono contratti intelligenti su una blockchain, che è solo un sistema di registrazione delle informazioni in un modo che rende molto difficile o impossibile modificare o hackerare (a seconda della governance della blockchain), codificato con una sorta di , dati, informazioni, immagini o video unici nel loro genere. Ad esempio, qualcosa di così semplice come la tua patente di guida potrebbe essere trasformato in un NFT. La maggior parte degli NFT e tutte le migliori raccolte NFT come Crypto Punk, ArtBlock, VeeFriends e la tendenza comunitaria più recente, a Takashi Murakami collaborare, CloneX RTFTK vivere sul Ethereum blockchain. Tuttavia, altri ecosistemi blockchain NFT come Solana e Avalanche stanno crescendo". 

E mentre ogni settore, dall'arte alla finanza, si avvicina alle NFT in modo diverso, c'è un settore che Kaspar sta dominando: la moda.

L'industria della moda genera $ 2.5 trilioni di dollari di entrate annuali globali (pre-pandemia) e l'industria della bellezza ha una media di circa $ 5 miliardi all'anno. Attraverso il meta-commerce di Web3, Kaspar ritiene che i nuovi canali di prodotto e modelli di business abbiano il potenziale per almeno raddoppiare i ricavi globali della moda e della bellezza nei prossimi due decenni, proprio come Web2 ha sostenuto l'emergere dell'e-commerce (pensa alle capacità di acquisto di Instagram).

Per Kaspar, questo è solo l'inizio dell'esistenza e dell'interruzione della moda all'interno dello spazio. “Un'opportunità in agguato  sta emergendo dall'ecosistema blockchain ed è enorme. Trascurato dalla maggior parte, la dematerializzazione e la digitalizzazione della moda è una mega-tendenza gigante addormentata, con il maggiore potenziale di sconvolgimento economico globale e impatto ambientale positivo, accanto alle infrastrutture finanziarie". 

Megan Kaspar
CAPPOTTO: Fendi, acquista qui
ORECCHINI E COLLANA: Cartier, acquista qui
ANELLI E BRACCIALE: Bvlgari, acquista qui

Credito fotografico: Alberto González

"Siamo agli inizi della comprensione della portata dell'opportunità dell'economia della moda digitale", afferma Kaspar. “Il settore del lusso dell'industria della moda è stato lento ad adattarsi ai cambiamenti verso l'e-commerce e i social media. Ma l'attuale tendenza del metaverso of marchi di case di fascia alta come Balenciaga, D&G, Gucci, Burberry e Ralph Lauren hanno lanciato funzionalità di prova AR, collaborazioni di articoli digitali e attivazioni virtuali. Tuttavia, la maggior parte dei marchi non comprende ancora appieno il potere della moda digitale indossabile e l'intera gamma di funzionalità che gli NFT possono fornire. Diventerà sempre più ovvio per i marchi che le opportunità di moda NFT non sono solo un canale di marketing una tantum, ma un canale di prodotto che fornisce nuovi flussi di entrate". 

Questa nuova interruzione di cui parla Kaspar va oltre il tipico regno digitale. Comprende la progettazione del prodotto, la produzione e la personalizzazione in tempo reale, il marketing, l'acquisizione e la fidelizzazione dei clienti, la vendita e l'uso del prodotto o le funzioni di vestibilità.

La maggior parte dei millennial, della Generazione Z e della Generazione Alpha vive già completamente immersa nella vanità online e scopre naturalmente i marchi di lusso attraverso la versione centralizzata del metaverso come Fortnite, Roblox, IG e Snapchat. “La moda fa parte dell'identità fisica di una persona e, naturalmente, della sua identità digitale. Molti marchi, come Gucci, hanno già rilasciato abbigliamento digitale all'interno di giochi centralizzati", afferma Kaspar. Nel 2019, Fortnite, che ha un modello di business free-to-play, ha generato oltre 3.7 miliardi di dollari di ricavi globali dalle vendite di abbigliamento digitale in-game. Si potrebbe obiettare che Fortnite è un'azienda di abbigliamento più grande di molti famosi marchi di lusso, poiché genera entrate annuali più elevate attualmente al di sopra di Prada, Burberry, Valentino e Versace. 

Kaspar ha scoperto per la prima volta la sua passione per l'industria della moda quando è emersa la connessione remota alla fine degli anni '90. Cresciuta in una piccola città del Midwest, Internet è diventata la sua porta d'accesso. "Sono cresciuta amando la moda di fascia alta", dice. “Ho scoperto marchi come Louis Vuitton tramite Internet (anni dopo, nel 2019, Louis Vuitton è diventato il primo grande marchio a lanciare una collaborazione di abbigliamento digitale in-game). Ci sono così tanti percorsi incrociati tra moda e tecnologia nella mia vita”. In effetti, durante il suo ultimo anno di liceo, è stata votata come la più alla moda. 

Megan Kaspar
TUTA: Fendi, acquista qui
ANELLO (a destra) & ORECCHINI: Cartier, acquista qui
ANELLO E BRACCIALE: Bvlgari, acquista qui

Credito fotografico: Alberto González

Per Kaspar, uno degli aspetti più interessanti di questo movimento è la democratizzazione dell'industria della moda, che consente a chiunque di accedere a un'industria un tempo esclusiva. “Immagina un aspirante designer o artista in Ghana con accesso a un dispositivo e wifi; in realtà non hanno più bisogno di accedere al capitale di avvio per essere coinvolti nella moda”, spiega Kaspar. “Possono creare digitalmente capi di moda 3D attraverso un'app e lanciare i loro articoli di moda in realtà aumentata dove le persone possono comprarli e usarli. App come VOLARE fornire questi servizi insieme alla produzione su richiesta di un singolo articolo e al drop shipping. 

"Chiunque può progettare tecnicamente una linea di abbigliamento con queste capacità", afferma. “Questo autorizza un'ampia fascia della nostra popolazione. Simile a come Web2 mi ha dato l'accesso al mondo della moda di lusso di fascia alta, ora abbiamo Web3 che darà alle persone l'accesso alla moda in un modo che non era possibile, ed è una cosa così bella".

Ma questo è solo una modo in cui l'industria della moda può partecipare al cambiamento. 

Altri fattori importanti come la riduzione delle emissioni di carbonio svolgono un ruolo significativo. "Anche se sono entusiasta del potenziale di rialzo dell'industria della moda, c'è in gioco una grande responsabilità ESG e sociale", spiega Kaspar. L'industria della moda è innegabilmente una delle industrie più inquinanti a livello globale, rappresentando il 10% della nostra impronta di carbonio nelle emissioni globali, che è più di tutti i voli internazionali e le spedizioni marittime messi insieme. Quindi, evolversi nel digitale con la dematerializzazione come tendenza è oltre l'impatto.  

“L'intersezione della fa digitaleL'unione con l'industria della moda tradizionale offre l'opportunità di ridurre l'impronta di carbonio — partendo dal passaggio ai campioni digitali e alle prove 3D fino alla creazione di collezioni interamente digitali e sfilate native del metaverso (come la prima settimana della moda digitale in arrivo questo marzo a Decentraland di UNXD) al processo di produzione, distribuzione, vendita e utilizzog moda e abbigliamento. La moda digitale offre ai marchi esistenti l'opportunità di partecipare al meta-commerce migliorando al contempo il loro impatto sull'ambiente. Concentrandosi maggiormente sulle linee di prodotti digitali, molte di queste pratiche dannose per l'ambiente scompariranno", aggiunge.

Come società, stiamo passando da una realtà digitale 2D "a testa in giù" a una realtà digitale 3D "a testa in su" che è sia immersiva che esperienziale. "Questo cambiamento tecnologico avrà un profondo effetto sui settori della moda, della vendita al dettaglio e della bellezza attraverso la dematerializzazione dei prodotti, dall'abbigliamento, alle scarpe, alle borse, agli accessori e persino alla bellezza e al trucco", afferma Kaspar. “Si dice che il 40 per cento dell'armadio occidentale non venga indossato. Una quantità infinita di abbigliamento e accessori digitali può esistere senza avere un impatto negativo sul nostro pianeta".

Ci sono anche nuovi piloti competitivi che vengono messi in gioco. "Una caratteristica dirompente della digitalizzazione della moda di lusso è la capacità di utilizzare gli oggetti come garanzia sulla blockchain", afferma. “Inoltre, un concetto di gioco NFT chiamato play-to-earn ha generato un nuovo valore per gli utenti. Nella moda, vedremo i marchi adottare il modello wear-to-earn e own-to-earn come strategie di marketing e sponsorizzazione che gli influencer possono utilizzare per incentivare i consumatori a indossare gli articoli digitali". Questo nuovo modello si baserà su Augmented Reality (AR) tecnologia nei media tradizionali e social. 

“Oggi sono disponibili versioni nascenti di AR digitali, come la sartoria digitale come servizio, la prova AR e le funzioni di acquisto diretto e dispositivi indossabili dal vivo in piattaforma. I creatori di contenuti dei social media e i marchi stanno iniziando a comprendere il caso d'uso dei dispositivi indossabili AR. Ad esempio, i marchi di moda non hanno più bisogno di spedire prodotti fisici a influencer o luoghi in cui sono scattate le riprese", afferma Kaspar.

Lei ha ragione. Per il nostro servizio di copertina, abbiamo fatto la storia. Sono finiti i giorni di spedizione di oltre 20 bauli di vestiti in tutto il mondo. Sul nostro servizio di copertina, Kaspar ha indossato un completo completamente nero di Skims di Kim Kardashian raccolta in modo che le immagini siano vestite digitalmente. “La linea Skims di Kim è perfetta per sovrapporre, sovrapporre a strati la moda digitale del metaverso. Che sia indossata per un servizio fotografico, un servizio video o nella vita quotidiana per sovrapporre moda digitale 2D o 3D, la linea Near Skin è l'ideale. Storicamente, Kardashian è stata all'avanguardia della moda, quindi non sono stata sorpresa per me quando ho scoperto che la sua linea Skims si adattava perfettamente alla moda aumentata e digitale imposta". dice Kaspar.

Megan Kaspar
VESTITO: Fendi, acquista qui
SCARPE: Manolo Blahnik
ORECCHINI: Dolce & Gabbana
COLLANA E BRACCIALE: Bvlgari, acquista qui

Credito fotografico: Alberto González

Megan Kaspar
Scansiona il codice QR per provare in AR l'abito Fendi sopra.

DRESSX ha vestito Kaspar digitalmente Fendi, digitalizzando i look selezionati e personalizzando sovrapponendo l'abbigliamento digitale su ogni foto. Il processo è stato estremamente snello e ha stabilito un precedente per i nuovi standard del settore. “DRESSX è il più grande negozio di moda digitale del mondo, rivolto alla Generazione Z e ai millennial che richiedono una nuova soluzione di acquisto: digitale e sostenibile. Li vedo come il Net-a-porter del metaverse. La piattaforma fornisce la sartoria digitale come servizio e un metaarmadio di abbigliamento e accessori solo digitali, che sono indossabili AR NFT. spiega Kaspar. La moda digitale DRESSX è stata presentata Vogue Singapore, Vogue Attività commerciale, WWD, Forbes, Financial Times e Yahoo! Finanza. Kaspar ha continuato: “I fondatori, Natalia Modenova e Daria Shapovalova, sono una potente forza della natura. In poco più di un anno, l'azienda di metamoda guidata da donne e fondata da donne è il leader delle prove AR e dei dispositivi indossabili NFT". 

La copertina stessa simboleggiava una trasformazione del settore nel modo in cui i marchi possono commercializzare la moda ed esplorare ulteriormente le opportunità di marketing, dalla prova AR in tempo reale all'acquisto dell'articolo o alla creazione di contenuti a un codice QR completamente digitale per accedere istantaneamente all'articolo e l'ulteriore scoperta del marchio. 

L'opportunità è illimitata. “Posso facilmente prevedere che l'industria della moda raddoppierà di dimensioni nei prossimi 20 anni e ha il potenziale per andare ben oltre nel digitale. Oltre ai nuovi e dirompenti canali di marketing e prodotti, ai consumatori sarà offerta l'opportunità di avere molti più articoli di moda in un armadio digitale e la possibilità di cambiarli costantemente", afferma Kaspar. 

Kaspar è un membro fondatore di DAO Red rosso, il primo DAO incentrato sulla moda, a partecipare e investire in opportunità emergenti nello spazio della moda e della bellezza. UN DAO, o organizzazioni autonome decentralizzate, è un nuovo modo di formare una struttura aziendale su una blockchain che fornisce una miriade di attributi che le strutture aziendali tradizionali non possono. I DAO hanno una struttura simile a una mente alveare, in cui tutti i membri contribuiscono e le decisioni vengono prese in base al voto che nel caso di Red DAO è ponderato in base al contributo di capitale di ciascun membro. Kaspar condivide, "la struttura può essere utilizzata in modo simile a come abbiamo formato il Red DAO, o per un unico scopo, come l'acquisto di una squadra di baseball. Personalmente, preferisco la struttura DAO per tre ragioni, ma la più importante è la completa e trasparente catena finanziaria e governance aziendale. Il fatto che tutte le attività aziendali, come le modifiche allo statuto sociale o le decisioni di investimento, siano votate, eseguite e registrate su una blockchain fornisce un ambiente senza fiducia e allo stesso tempo mitiga i potenziali azionisti che agiscono male da attività senza scrupoli. Il 2022 potrebbe facilmente essere l'anno del DAO nel settore delle criptovalute".   

Megan Kaspar
VESTITO: Fendi
SCARPE: Jimmy Choo, acquista qui
ORECCHINI, ANELLI E COLLANA: Tiffany & Co. (personale del talento)

Credito fotografico: Alberto González

Infatti, Red DAO è responsabile della vendita più costosa di un NFT di moda fino ad oggi, che è stata quella di Dolce & Gabbana Doge Crown di UNXD. Red DAO ha acquistato per 423.5 wETH (del valore di $ 1.8 milioni al prezzo attuale di ETH), che ha segnato un cambiamento simbolico che segnala lo spazio di mercato per la moda di lusso di fascia alta nel metaverso. 

La Collezione Genesi di Dolce & Gabbana è stata la prima couture NFT drop al mondo di un marchio di lusso, che incorporava un'offerta su più fronti: la moda fisica legata a una versione digitale e la moda solo digitale, entrambe fornendo esperienze tra cui l'accesso esclusivo a eventi di moda privati ​​in Italia, un tour privato dell'atelier Dolce & Gabbana e due settimane di mostre in più negozi in cui è stato esposto il nome del collezionista. Red DAO ha acquistato tre dei nove capi NFT couture per partecipare al momento storico del passaggio di un marchio di moda di lusso nell'economia della moda Web3. 

“L'industria della moda si sta reinventando, entrando in una nuova era della moda di lusso che è coinvolgente, interattiva ed esperienziale. Nuovi progetti che utilizzano questi attributi e creano applicazioni commerciali nel metaverso raggiungono ogni giorno Red DAO", ammette Kaspar. “Siamo entusiasti di essere nel vortice centrale della rivoluzione dell'economia della moda digitale, incluso il supporto agli stilisti emergenti della moda digitale come Charlie Cohen, Stephy Fung, Max Salzborn, e Ravi Singh."

Il potenziale dell'industria della moda in questo spazio è più grande di quanto possiamo mai immaginare, presentando un enorme futuro di opportunità. “È difficile sopravvalutare l'impatto che gli NFT indossabili avranno sull'industria della moda e sul mondo in questo decennio. Ciò rappresenta una straordinaria opportunità per gli innovatori nei settori della vendita al dettaglio e della moda. La prossima generazione di imprenditori della moda avrà una prospettiva digital-first. Gli NFT di moda indossabili e aumentati digitalmente saranno in prima linea. Il vantaggio qui non deriva solo dalle infinite possibilità di progettazione rimuovendo i limiti del mondo fisico nel processo di produzione".

Possiamo aspettarci che nuove piattaforme di moda digitale e mercati di lusso come DRESSX e UNXD continuino a sorgere, che sono costruiti o sfruttano la tecnologia blockchain, offrendo merce digitale che non può essere copiata o contraffatta, ma può essere istantaneamente scambiata con chiunque nel vasto mercati secondari globali con provenienza e proprietà verificabili. 

E Kaspar lo chiama ora: la grande spinta del "gateway" avverrà attraverso la realtà aumentata indossabile, facilitata da dispositivi indossabili vicino all'occhio. “È altamente probabile che entro i prossimi cinque anni il mercato dei consumatori di massa venga introdotto su questi dispositivi, consentendo l'uso della realtà aumentata nella nostra vita quotidiana. Miliardi di consumatori migreranno da smartphone e tablet a tecnologie indossabili come gli occhiali. Quando arriva quel momento, si passa da una società "a testa in giù" a una "a testa in su" e nasce il boom dell'economia della moda digitale con applicazioni sempre più ampie nei social media e nella realtà sociale", afferma Kaspar. 

Megan Kaspar
MAGLIA E GONNA: Fendi, acquista qui

Credito fotografico: Alberto González

Non è un segreto che questo mondo sia difficile da capire, ma viviamo in un mondo in cui la tecnologia sta avanzando a un ritmo senza precedenti. “Man mano che avanzeremo a livello globale verso una società fortemente orientata ai dispositivi, diventerà sempre più importante per i marchi iconici navigare con successo nel Web3 e attrarre le generazioni future. I bambini trascorrono più tempo nei mondi digitali che in quello fisico, impegnandosi innumerevoli ore a perfezionare l'aspetto di gioco sul loro avatar per impressionare i loro compagni di classe online", ha detto Kaspar dopo aver scherzato su come i nostri bambini, i loro figli e così via rideranno dei nostri smartphone. “Al contrario, trascorreranno interi pomeriggi dopo pranzo ignari di indossare abiti macchiati di cibo davanti a questi stessi compagni di classe. I marchi che comprendono e forniscono prodotti che soddisfano il desiderio delle giovani generazioni di personalizzare il proprio aspetto digitale sopravviveranno all'interruzione dei modelli di business del meta-commerce". 

Poiché Kaspar rimane in prima linea in questo movimento, ha imparato una lezione preziosa che ha catapultato la sua carriera: “Ho imparato che essere curiosa era molto redditizio. Ho imparato che non dovresti ignorare le informazioni che ti vengono fornite, indipendentemente dalla fonte. Abitualmente  Evento Ho sentito persone dire che credono di essere troppo tardi e che avrebbero dovuto investire nello spazio due anni fa o ogni volta che sono state informate per la prima volta della classe di criptovalute. Ma questa è la mentalità comune che la maggior parte delle persone ha, quando sente qualcosa che non risuona con il loro sistema di credenze immediato: lo ignora. E respingendo le cose, puoi perdere opportunità". 

Rimanere curiosi con una mentalità neutrale ha aperto le porte a Kaspar che non sapeva esistesse. Oggi, Kaspar sta aprendo la strada a generazioni di donne nel settore, mandando in frantumi qualsiasi soffitto di vetro che si metta sulla sua strada. “Per anni ho lavorato in un settore dominato dagli uomini, ma ora lavoro al fianco di alcune delle donne intelligenti e di più alta qualità provenienti da tutto il mondo che partecipano allo spazio. La fusione di moda e blockchain ha reso tutto ciò possibile e questo mi motiva a continuare a contribuire all'eccitazione che emerge metamoda. " 

Per essere al timone di un settore che opera in un regno al di là del normale e a un ritmo rapido, Kaspar trova il modo di rimanere radicato attraverso la meditazione quotidiana, le passeggiate nella natura e ricorda a se stesso quali sono sempre stati i principi fondamentali della blockchain. “L'etica della blockchain è questo mondo aperto e decentralizzato, ed è il nuovo paradigma; mentre il vecchio paradigma generazionale è uno spazio stridente e competitivo con meno opportunità e gelosia in abbondanza. Il mondo blockchain è un vasto ambiente aperto e gratuito in cui tutti hanno l'opportunità di creare e generare valore per se stessi in un ecosistema di supporto. E siamo proprio all'inizio, nelle prime fasi di questo - è ancora estremamente piccolo. La dimensione dell'intera classe di attività, poco più di $ 2 trilioni con la possibilità di raggiungere decine di multipli maggiori, mi mantiene motivato e spero in un futuro positivo e inclusivo per tutti. Mantengo una stella polare concentrata su una profonda connessione con l'etica della tecnologia blockchain, in cui le vite di tutti possono essere arricchite attraverso la portata e un più ampio accesso all'empowerment". 

Megan Kaspar
VESTITO: Fendi, acquista qui
ORECCHINI E COLLANA: Cartier, acquista qui
ANELLI E BRACCIALE: Bvlgari, acquista qui

Credito fotografico: Alberto González

MEGAN KASPAR
Scansiona il codice QR per AR Prova il look della copertina di Fendi.

 

 

 

 

 

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI