Industria cinematografica francese raccomandata per adottare la tecnologia Blockchain - BeInCrypto

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Il produttore francese Dominique Boutonnat ha appena presentato un rapporto di raccomandazioni al Centro nazionale per la cinematografia (CNC). Il rapporto pone una forte enfasi sulla tecnologia blockchain.

Quando si pensa ai casi d'uso della tecnologia blockchain, l'industria cinematografica non viene subito in mente. Tuttavia, la sua rilevanza è più chiara di quanto ci si potrebbe aspettare.

La catena del valore del cinema è costantemente contestata da produttori, titolari di diritti e altri che rinuncia costantemente alle occasioni fatte in precedenza. Attualmente, l'equilibrio del potere è distorto.

In un nuovo rapporto di raccomandazioni prodotto dal produttore cinematografico francese Dominique Boutonnat, la tecnologia blockchain è delineata come la soluzione a questo squilibrio. L'obiettivo è creare una registrazione chiara dell'intera catena del valore.

francia blockchain

Blockchain e Cinema: tre raccomandazioni

Boutonnat fa tre raccomandazioni indipendenti relative alla blockchain nel suo nuovo rapporto al CNC.

La prima raccomandazione che Boutonnat fa è ridisegnare il Cinema and Audiovisual Register (RCA) attorno alla tecnologia blockchain. La totalità della RCA dovrebbe essere spostata su una nuova piattaforma, sostiene. Ciò consentirebbe tempi di elaborazione più rapidi, un database più aggiornato e garantirebbe l'integrità dei dati compilati.

In secondo luogo, Boutonnat raccomanda che le tasse raccolte per l'ammissione al teatro siano fatte a catena. Queste ricevute sono spesso gestite male e spesso possono distorcere i numeri reali degli spettatori. La tecnologia blockchain permetterebbe anche la raccolta di questi numeri in tempo reale, cosa che è assolutamente necessaria in questo settore.

In terzo luogo, Boutonnat afferma che blockchain potrebbe essere responsabile di un cambiamento sismico nel modo in cui percepiamo la catena del valore nel settore dei media. Ad esempio, quando si tratta di trasmissioni televisive, piattaforme, supporti fisici, cast, produttori, personale di teatro e così via, può essere difficile concettualizzare la distribuzione dei ricavi. Peggio ancora, i numerosi detentori dei diritti presenti rendono questo compito particolarmente difficile, spesso caratterizzato da un potere contrattuale sproporzionato per la maggior parte degli individui.

Il produttore cinematografico Dominique Boutonnat raccomanda che la blockchain venga adottata dal Centro nazionale francese per la cinematografia per aggiornare i registri, tenere conto delle entrate fiscali in tempo reale e mantenere una chiara catena di valori. Click to Tweet

Cinema francese sulla Blockchain

I contratti intelligenti possono fungere da veicolo verso un record senza valore di valore per l'intera attività del CNC. Il risultato finale è maggiore trasparenza, registri concordati e potrebbe anche aumentare gli investimenti complessivi. Pertanto, la blockchain ha il potenziale per eliminare l'attuale scarsa distribuzione di energia presente nella produzione di film e TV, rendendo anche l'intera operazione molto più efficiente.

Credi che il CNC risponderà positivamente alle raccomandazioni di Boutonnat? Hanno senso implementare? Fateci sapere i vostri pensieri qui sotto.


Immagini per gentile concessione di Shutterstock.

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI