Il co-amministratore delegato di Braiins ritiene che l'aumento del criptaggio organizzato rappresenti un importante cambiamento

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Il co-amministratore delegato di Braiins ritiene che l'aumento del criptaggio organizzato rappresenti un importante cambiamento

Pavel Movarek Co-fondatore e Co-CEO di Braiins Systems hanno affermato che lo stato attuale della criptazione è piuttosto spaventoso. L'anno scorso la sua azienda ha lanciato il sistema operativo Braiins: il firmware dei minatori ASIC, nel tentativo di "ridefinire il software di estrazione open source" e di riprendere il controllo del settore minerario.

Movarek è un sostenitore di pro-open source, discusso sul firmware del minatore open source chiuso in una tavola rotonda presso la Magical Crypto Conference 2019. Ha sottolineato che l'estrazione di firmware open source per minatore open source era simile al fatto di avere le proprie chiavi sotto il proprio controllo. Inoltre, ha ammesso che dal punto di vista della sicurezza, l'estrazione tramite crittografia è alquanto spaventosa e ha affermato che i crittografi dovrebbero poter scegliere il firmware che vogliono eseguire. Secondo lui, un utente dovrebbe avere una scelta di firmware da eseguire.

Inoltre, Movarek ha espresso la sua opinione sul passaggio dalla crescente tendenza al settore minerario istituzionalizzato nel settore delle cripto-minerarie e ha dichiarato che queste entità erano responsabili dell'acquisto di hardware e degli ASIC in esecuzione, che erano contrari ai tempi precedenti; come l'estrazione è stata fatta da un appassionato di Bitcoin. Secondo lui, una parte considerevole dei singoli minatori non prende le giuste misure di sicurezza o ottiene il protocollo di sicurezza giusto.

Infine, ha sottolineato l'aspetto critico di un protocollo migliore, in quanto l'infrastruttura dovrebbe essere ridimensionata.

Fonte

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI