La difficoltà di estrazione di bitcoin vede il più grande calo di 2019 come picchi di hash rate

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

I dati mostrano che la difficoltà di mining di Bitcoin (BTC) si è ridotta al ribasso più che in qualsiasi momento dal momento che il suo prezzo 2018 è basso su 8 di novembre.

Come notato dall'imprenditore e commentatore di criptovaluta Alistair Milne lunedì, la difficoltà è diminuita di circa l'7% dopo l'ultimo riaggiustamento della rete.

La difficoltà rivela le manovre della rete Bitcoin

La difficoltà di mining si riferisce allo sforzo richiesto ai minatori per risolvere le equazioni necessarie per convalidare le transazioni sulla rete Bitcoin. Una maggiore difficoltà implica una maggiore concorrenza per i premi in blocco, mentre le cadute incentivano una maggiore partecipazione.

Il meccanismo funziona come un dispositivo auto-stabilizzante per Bitcoin, garantendo che la sicurezza della rete sia sufficiente anche quando il prezzo o l'attività di rete diminuiscono in modo significativo.

Grafico di un anno di difficoltà di mining Bitcoin

Grafico di un anno di difficoltà di mining Bitcoin. Fonte: Blockchain

Dal suo recente fondo di 5.1 trilioni a dicembre 2018, quando BTC / USD è stato scambiato a $ 3,100, la difficoltà è aumentata in modo incrementale in 2019. Alla fine di ottobre, la metrica ha raggiunto il massimo storico di 13.7 trilioni e ora è stata corretta a 12.7 trilioni, i dati provenienti dal monitoraggio della Blockchain della risorsa mostrano.

"Sembra confermare che il costo del mining (in media) sia ~ $ 8000", ha riassunto Milne.

Il tasso di hash riprende 100 miliardi di hash al secondo

Allo stesso tempo, il tasso di hash della rete di Bitcoin ha visto un rialzo rialzista lunedì, avendo similmente visto un periodo di contrazione nelle ultime settimane.

Al momento della stampa, il tasso di hash, che è una stima di quanta potenza di calcolo è dedicata alla convalida delle transazioni, aveva superato ancora una volta 100 quintilioni di hash al secondo.

Grafico di un anno del tasso di hash della rete Bitcoin

Grafico di un anno del tasso di hash della rete Bitcoin. Fonte: Blockchain

La mossa segue la notizia che Argo Blockchain, un importante fornitore di mining Bitcoin, ha portato 500 nuovi impianti Antminer S17 dal mining di Bitmain online la scorsa settimana.

La società con sede nel Regno Unito ora ha circa i minatori 7,000 e alla fine di Q1 2020 prevede di aumentare il totale a 17,000.

Come riportato da Cointelegraph, nel complesso le società minerarie continuano a sostenere la futura redditività del settore. Secondo quanto riferito, Canaan Creative, un altro attore importante, subirà un'offerta pubblica iniziale di $ 400 milioni o IPO, questo mese.

Allo stesso tempo, Bitmain sta andando avanti con l'espansione di una fattoria mineraria del Texas che secondo i funzionari potrebbe in definitiva diventare la più grande del mondo.



Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI