Un'altra azienda di Crypto vuole offrire derivati ​​bitcoin negli Stati Uniti

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Piattaforma di asset digitali istituzionali trueDigital Holdings ha annunciato piani per offrire derivati ​​bitcoin per gli investitori statunitensi.

In un comunicato stampa di venerdì, la società ha dichiarato di aver raggiunto un "accordo di principio" per l'acquisizione di registrazioni per il mercato del contratto designato (DCM) e di swap execution (SEF) con la Commodity Futures Trading Commission (CFTC) di una società denominata trueEX.

L'accordo è in attesa di approvazione da parte della CFTC, ha affermato la ditta.

Se l'offerta ha successo, l'obiettivo è quello di lanciare uno scambio di derivati ​​di criptovaluta "completamente regolamentato" che elencherebbe i bitcoin swaps materialmente disponibili di trueDigital, che l'azienda afferma "sono stati autocertificati con la CFTC".

Andando avanti, la società prevede di aggiungere ulteriori cripto derivati.

Il CEO di TrueDigital, Thomas Kim, ha dichiarato:

"Un vero e proprio scambio regolamentato di proprietà e gestione digitale è il naturale passo nella nostra evoluzione verso il raggiungimento dei nostri obiettivi. L'aggiunta dello scambio al nostro ecosistema offre un'offerta completa end-to-end, attualmente non disponibile al momento, che comprende tokenizzazione, pagamenti, dati di mercato e liquidazione a vantaggio dei nostri clienti e partner ".

Con la mossa, trueDigital diventerebbe una delle poche entità che offrono derivati ​​crittografici regolamentati negli Stati Uniti. Se l'affare passa, il principale concorrente sarebbe LedgerX, che ha lanciato un'offerta di derivati ​​bitcoin in ottobre 2017.

TrueDigital ha precedentemente lanciato un tasso di riferimento OTC per bitcoin ed etere.

Ha inoltre collaborato con Signature Bank per lanciare una piattaforma di pagamenti digitali basata su blockchain. Lo sforzo ricevuto l'approvazione da parte del Dipartimento dei servizi finanziari dello Stato di New York per offrire servizi all'interno dello stato lo scorso dicembre.

Immagine di Wall Street tramite Shutterstock

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI