9 giorni fino a quando le aziende crittografiche devono verificare l'ID di chiunque invii $ 1,000 +

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

In soli nove giorni, le nuove regole del Gruppo di azione finanziaria sul riciclaggio di denaro (FATF) costringeranno le imprese di criptovaluta in circa 200 paesi a verificare l'identità di chiunque invii o ricevano più di $ 1,000 di beni digitali, annullando di fatto la loro pseudonimia.

Un certo numero di aziende con sede negli Stati Uniti hanno risposto esplorando la fattibilità di un "sistema parallelo globale" che consentirebbe agli scambi di criptovalute mondiali di condividere dati nel tentativo di rimanere conformi, riporta Bloomberg.

Gli hedge fund e le società di investimento specializzate in risorse digitali potrebbero subire ritardi nel trading e maggiori costi per effettuare transazioni.

Gli addetti ai lavori del settore hanno anche avvertito dei maggiori costi di conformità e affermano che le aziende che si sottraggono alle loro responsabilità potrebbero finire per arrestare del tutto.

Factoring nei costi aggiuntivi, le nuove regole FATF potrebbero finire per danneggiare le piccole e medie imprese che potrebbero non avere le risorse per implementare i nuovi requisiti legali - analogamente a come BitLicense ha colpito le aziende in 2015.

Secondo Bloomberg, i servizi con licenze per la trasmissione di denaro potrebbero essere sottoposti a un controllo più approfondito da parte delle agenzie governative locali e rischiano di perderli del tutto se non rispettano le regole del GAFI.

Anche così, i paesi stessi potrebbero prendere il colpo più forte. Le singole agenzie governative hanno il compito di garantire la conformità all'interno delle loro giurisdizioni; le nazioni che non rispettano solitamente finiscono con le liste nere, perdendo infine l'accesso al sistema finanziario globale.

Non sorprende, quindi, che le banche centrali e i ministri delle finanze delle nazioni G20 abbiano impegnato pubblicamente l'impegno per le linee guida in arrivo dal GAFI in occasione di un recente vertice in Giappone.

In passato, le società di criptovaluta hanno dovuto affrontare pesanti critiche per aver costretto le restrizioni anti-riciclaggio e Know-Your-Customer ai propri clienti per volere delle agenzie governative, ma sembra che presto non avranno nemmeno una scelta.

La primavera dei Bitcoin potrebbe benissimo essere qui, ma l'industria più ampia della blockchain sta affrontando l'inverno normativo. Semplicemente fantastico!

Pubblicato giugno 12, 2019 - 12: 42 UTC

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI