10 donne africane che lo stanno uccidendo nello spazio Bitcoin e Blockchain - Moguldom

ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar
ad-Midbar

Avatar

Scritto da Peter Pedroncelli

Donne africane
Ecco 10 donne africane che lo stanno uccidendo nello spazio bitcoin e blockchain creando piattaforme in cui altri possono adottare tecnologie dirompenti. Yaliwe Soko, presidente dell'associazione Blockchain dell'Africa unita. Immagine fornita da Paxful

Le donne africane sono fondamentali per educare gli altri alla criptovaluta e alla tecnologia blockchain e fornire piattaforme per individui e comunità per beneficiare di queste tecnologie dirompenti.

Da una signora nigeriana in finanza che ha avviato un gruppo blockchain di sole donne a una prima adottiva dello Zambia che sostiene la capacità della blockchain di aiutare a migliorare le inefficienze in Africa, queste donne stanno abbracciando la tecnologia e aiutando altre come loro a fare lo stesso.

Ascolta GHOGH con Jamarlin Martin | Episodio 69: Jamarlin Martin

Jamarlin va da solo a disimballare la domanda: Barack Obama è stato il primo anticristo politico a sorgere in America Nera? Per capire la domanda, dobbiamo rivisitare il Rev. Wright e la decisione di Obama di attirare i discepoli politici David Plouffe, Joe Biden ed Eric Holder.

Ecco 10 donne africane che lo stanno uccidendo nello spazio bitcoin e blockchain.

Ojuederie Doris

La contabile nigeriana Ojuederie Doris è la fondatrice di Blockchain Ladies Africa, un gruppo di sole donne con oltre 3,000 membri che si concentra sull'unione delle donne africane e sulla guida dell'educazione blockchain. Secondo Galtalkstech, è un'imprenditrice seriale e consulente aziendale con esperienza in imprenditorialità, sviluppo aziendale e marketing strategico.

Alakanani Itireleng

Il soprannome di Alakanani Itireleng è "The Bitcoin Lady", e questo dà un'idea del suo ruolo di influencer blockchain leader in Africa. Con sede in Botswana, Itireleng è un'insegnante qualificata e usa le sue capacità professionali per insegnare alle persone la tecnologia blockchain. Ha stabilito il Satoshicentre, un hub blockchain a Gaborone dove lavora con gli sviluppatori per cercare di aumentare la comprensione del bitcoin e come utilizzare la tecnologia blockchain nello sviluppo di soluzioni ai problemi affrontati dagli africani, secondo LinkedIn.

Yaliwe Soko

Zambian Yaliwe Soko è uno dei primi ad adottare blockchain e criptovalute, avventurandosi nella tecnologia già nel 2016. È la presidente della United Africa Blockchain Association, un'organizzazione no profit sudafricana che promuove l'adozione globale della tecnologia blockchain in tutto il pubblico e il privato settori in Africa. È anche la fondatrice della Essence Crypto Consultants di Johannesburg, secondo ICOBench. Soko è appassionata di inclusione finanziaria e crede nella capacità della blockchain di aiutare a migliorare le inefficienze in Africa.

Olayinka Odeniran

Olayinka Odeniran della Nigeria è un esperto e avvocato di gestione del rischio dei servizi finanziari molto rispettato, specializzato in blockchain, criptovalute e tecnologie emergenti. Odeniran è la co-fondatrice del Black Women Blockchain Council, una piattaforma che utilizza per aumentare il numero di ragazze e donne nere coinvolte in blockchain, fintech e altre tecnologie emergenti. Viene spesso vista come relatrice ospite a conferenze internazionali sulla blockchain.

Monica Singer

Dal 2017, la dirigente sudafricana Monica Singer è la country manager di Consensys, uno studio internazionale di produzione di venture capital che utilizza la tecnologia blockchain per creare applicazioni distribuite sul computer di Ethereum. È membro del consiglio di amministrazione della Coalizione Blockchain di contabilità del Massachusetts.

Roselyn Gicira Mwangi

Il keniota Roselyn Mwangi è il presidente della Blockchain Association of Kenya e dirige anche il Kenyan Women in Blockchain Chapter. Lavora attivamente per potenziare le startup innovative della tecnologia blockchain in Africa orientale. Mwangi ha lavorato per otto anni come responsabile del programma UN Women prima di entrare in attività per 10 anni come commerciante di Safaricom, dove ha aperto e gestito diversi punti vendita al dettaglio e di trasferimento di denaro che vendono i prodotti e i servizi del più famoso operatore di telefonia mobile del Kenya.

Sonya Kuhnel

La sudafricana Sonya Kuhnel è una delle prime ad adottare la tecnologia blockchain in questo elenco. Nel 2013, ha avviato una società di pagamento bitcoin chiamata Bitcoin Payments che consentiva ai commercianti online in Sud Africa di accettare bitcoin come metodo di pagamento per beni e servizi. Ha continuato a co-fondare Bitcoin Events nel 2014, una società che ospita alcuni degli eventi di criptovaluta e blockchain più popolari del Sud Africa, secondo CliffCentral. Rivolgendo la sua attenzione all'istruzione nel 2015, Kuhnel ha fondato la Bitcoin Academy, ora chiamata Blockchain Academy per istruire i colleghi africani sulle applicazioni di criptovaluta e blockchain.

Imen Ayari

Imen Ayari è il principale responsabile della blockchain e capo del centro tecnologico Talan Innovation Factory in Tunisia, secondo LinkedIn. L'ingegnere meccanico qualificato è uno dei principali esperti di blockchain e criptovaluta nella regione nordafricana. Ha fondato e gestito molte aziende tecnologiche focalizzate sull'innovazione e spesso organizza hackathon ed eventi in cui i partecipanti sono incoraggiati a risolvere problemi con la tecnologia.

Michelle Chivunga Nsunsumuco

L'imprenditrice zambiana Michelle Nsunsumuco è considerata una leader di pensiero nello spazio blockchain ed è appassionata di educare gli altri su come sfruttare gli strumenti digitali per guidare lo sviluppo sociale ed economico. Con sede a Londra, Chivunga è il presidente del comitato per gli affari esteri e internazionali della British Blockchain Association. È anche membro del consiglio consultivo globale di fintech del governo delle Bermuda.

Naomi Snyman

Il dirigente sudafricano Naomi Snyman è il leader blockchain per Standard Bank Group, la più grande banca africana per asset. Questo ruolo vede Snyman interagire con i clienti della banca sudafricana in 16 paesi africani. È anche a capo del South African Financial Blockchain Consortium, un gruppo che mira a "esplorare il potenziale di trasformazione della tecnologia blockchain per l'industria finanziaria sudafricana".

Fonte di notizie

ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom
ad-bottom

NON CI SONO COMMENTI